sr. Parboti Marandi

In Italia per annunciare Gesù

Sono sr. Parboti e vengo dal Bangladesh, paese costituito da più del 90% di fedeli musulmani, ma sono cresciuta in una famiglia cristiana, composta da mamma, papà e cinque fratelli oltre a me. Da bambini papà ci insegnava le preghiere, per poi pregare tutti insieme.

Fin da quando ero bambina desideravo diventare suora missionaria. Nella mia parrocchia c’erano tanti missionari del PIME e in seguito ho incontrato anche le Missionarie dell’Immacolata. Le missionarie che ho conosciuto erano molto generose, dedicate alla gente e persone di preghiera, con una grande fede in Dio. Il loro esempio mi ha affascinata e mi ha aiutata a capire che anch’io volevo essere come loro: missionaria per andare in tutto il mondo a portare il Vangelo di Gesù! Quando frequentavo le scuole superiori ho compreso che il Signore mi chiamava a consacrarmi a Lui e, seguendo questa intuizione, nel 1996 ho deciso di entrare tra le Missionarie dell’Immacolata.

Quando ho annunciato la mia decisione di entrare in convento, mia mamma si è opposta e non comprendeva, ma poi poco a poco ha potuto percepire la mia gioia nel seguire questa strada e ha accettato la scelta. Allo stesso modo mio papà che, nonostante il suo iniziale dispiacere, mi ha lasciato entrare in convento.

All’inizio del mio cammino di missionaria la difficoltà più grande è stata la morte della mia mamma, quando ero ancora in noviziato. Mio fratello più piccolo aveva otto anni e io sono la sorella maggiore. In quel momento di dolore pensavo che forse era meglio ritornare a casa per stare con papà e i miei fratelli. Papà però, che è una persona di grande fede, mi ha incoraggiata ad aspettare e riflettere sulla volontà di Dio. Mi diceva: “Il Signore ti farà capire che cosa vuole da te e ti darà la forza per compiere il Suo volere. Se invece tu non sei contenta, sarà ancora Lui a farti comprendere come rimanere nella Sua volontà”. Queste sue parole mi aiutarono molto e compresi che il Signore voleva che io continuassi sulla strada della missione, così nel 2003 ho fatto la prima professione religiosa e nel 2013 ho ricevuto la destinazione per l’Italia.

In questi anni in Italia ho potuto vivere in comunità a Monza, dove con tanta gioia ho studiato la lingua e la cultura italiane ed mi sono impegnata in tante attività parrocchiali e di apostolato, per annunciare Gesù nella lingua della gente che mi fa incontrare. Ora invece, mi trovo a Pioltello (MI), impegnata in un nuovo progetto di comunità MdI, dove essere una piccola presenza che rivela Gesù tra i non cristiani, vivendo in un appartamento all’interno di un enorme edificio…Una vita in cui il Signore mi dà sempre più la possibilità di seminare ed essere seme per portare frutto!

0 Comments

Lascia un Commento

©2019 Missionárias Da Imacolada PIME - credits: Mediaera Srl

Log in with your credentials

Forgot your details?