Comunicare per costruire ponti e non barriere

Radio Sol Mansi ha organizzato, il 14 settembre, un pomeriggio di formazione per i suoi giornalisti, aperto anche ad altri che desiderassero parteciparvi. Così ci siamo andate io, sr. Alessandra Bonfanti e sr. Suzanne Djaebba.

Il tema è stato svolto dal gruppo “Ubuntu”, che in zulu significa: “Una Persona è Persona attraverso altre Persone”. Hanno approfondito come la guida di Nelson Mandela presidente del Sud Africa, abbia mostrato al mondo come vincere gli ostacoli costruendo ponti con la pace, il perdono e la riconciliazione.

Dopo aver visto insieme il film su Mandela, “Invictus”, c’è stato un dibattito tra tutti i partecipanti sulle caratteristiche che dovrebbe avere una buona guida. Due punti sono stati sottolineati in modo particolare:

  • “Non festeggiare con la vendetta”: Nelson Mandela è uscito vittorioso dalla sua lotta per la libertà nel Paese, ma non ha mai voluto che si commemorasse questa vittoria vendicandosi contro gli avversari. Al contrario, accettò che nel suo consiglio di presidenza i bianchi continuassero a lavorare insieme agli africani.
  • “Sono il padrone del mio destino! Sono il padrone della mia anima!”: Nelson Mandela ha creduto nel suo obiettivo e ha perseverato nella lotta senza mai arrendersi, anche quando in prigione ha sofferto discriminazioni e la separazione dalla propria famiglia.

Sr.  Maria Auxiliadora Q. Motta (Guinea Bissau)

©2018 Missionárias Da Imacolada PIME - credits: Mediaera Srl

Log in with your credentials

Forgot your details?