contro corona virus

EMERGENZA PANDEMIA DA CORONAVIRUS

Carissime sorelle,

Alla luce del dramma che si sta vivendo qui in Italia e che già ora si sta allargando a tanti luoghi del mondo, ci sentiamo in dovere di rivolgervi un pensiero con alcune raccomandazioni e proposte da diffondere in tutte le nostre comunità e alle persone con le quali venite maggiormente in contratto.

Ci guidi anzitutto la preoccupazione di responsabilità verso noi stesse e verso gli altri. Nella maggior parte dei luoghi nei quali siamo presenti la trasmissione non ha ancora assunto le proporzioni con le quali si sta manifestando in Italia; questi giorni, dunque, possono essere un tempo da dedicare alla prevenzione e all’informazione, tra le sorelle e tra la nostra gente.

Ricapitoliamo i più importanti atteggiamenti da rispettare:

  1. Curare l’igiene personale e dei luoghi. Lavarsi frequentemente le mani.
  2. Osservare la distanza minima di 1 metro e mezzo con le persone.
  3. Evitare gli spostamenti strettamente non necessari
  4. Ai primi segnali di diffusione della malattia in zona, proteggere le consorelle più fragili per salute e età; far in modo che nelle case di formazione le giovani non si allontanino dai luoghi di formazione. Per tutte: stare il più possibile in casa.
  5. Sospendere, in caso di necessità, la partecipazione a Celebrazioni pubbliche: curare che questo avvenga in particolare per le Case dove risiedono le consorelle anziane e per le Case di formazione.
  6. Ai primi segnali di diffusione della malattia in zona, provvedere a chiudere Ostelli e Scuole.
  7. Dove siamo impegnati in opere di assistenza diretta ai bambini, agli ammalati, ai disabili…. intensificare particolarmente l’attenzione sui comportamenti quotidiani perché siano secondo le norme consigliate.
  8. Sospendere, in caso di necessità, tutti i contatti con l’esterno (predicazione e ritiri, esercizi spirituali, campi vocazionali, visite delle comunità, spostamenti anche sporadici in altre comunità per motivi non strettamente giustificati).
  9. Azzerare o limitare al massimo il numero del personale dipendente.
  10. Individuare un medico di fiducia a cui rivolgersi nel caso di manifestazione di sintomi.
  11. Coordinarsi con le iniziative diocesane ed eventualmente stimolarle.
  12. Nel frattempo procurarsi per quanto possibile materiale indispensabile, come mascherine, guanti, sapone, per sé e per la gente.
  13. Vivere questo periodo come tempo di preghiera e limitare le attività pastorali.

Il presente messaggio è stato preparato assieme alla Direzione Generale del PIME, come segno di impegno comune nella ricerca del bene di tutti.

Accogliete il nostro saluto, assieme all’invito accorato a considerare seriamente quanto scritto e a metterlo in pratica per il bene di tutti e per un contributo efficace alla salute nostra e del nostro popolo.

Uniti nella reciproca preghiera,

La Direzione Generale

0 Comments

Leave a reply

©2020 Missionárias Da Imacolada PIME - credits: Mediaera Srl

Log in with your credentials

Forgot your details?