Durante la settimana Santa, viene scelta una tabanka per la celebrazione della Via Crucis e tutti i villaggi vicini vi partecipano. È un segno di unione e collaborazione, che fa crescere lo spirito di appartenenza a Cristo e alla Chiesa.

Quest’anno la commissione catechetica della parrocchia di S. Giuseppe ha pensato di invitare la tabanca di N’kor a animare e organizzare la Via Crucis, pellegrinaggio spirituale molto sentito da tutti i cristiani della Guinea-Bissau. N’Kor si trova a 7 km da Bissorã sulla strada verso Mansoa.

Attualmente la comunità di N’Kor è orientata da sr. Maria Auxiliadora Queiroz Motta, conta con molti inizianti, alcuni pre-catecumeni e un bel gruppo di donne che si incontra ogni mercoledì per la formazione umana e il taglio e cucito, grazie all’assistenza di una lider nostra collaboratrice, Helena Barri.

Accompagnare e orientare le persone è molto importante per noi, anzi è fondamentale lasciare che le persone partecipino attivamente alle iniziative proposte, a partire dal loro punto di vista, dalla loro sensibilità, dal loro modo di esprimersi e con l’aiuto dei loro propri mezzi affinché il Vangelo arrivi al cuore.

Gli animatori ci raccontano: “Abbiamo organizzato la Via Crucis insieme a tutti catechisti delle tabanche vicine, ci siamo seduti insieme per decidere il da farsi. Abbiamo pensato che era bello concludere con un gesto simbolico. Ciascuno ha dato un piccolo contributo e abbiamo preparato un convivio fraterno, un pranzo da condividere insieme, al termine della Via Crucis. Tutta la nostra piccola comunità si è mobilitata e ha dato una mano. Siamo molto contenti della visita dei nostri fratelli e sorelle delle altre tabanche, che sono arrivati da lontano per condividere questo momento di preghiera, della presenza del sacerdote, padre Massiev N’deque, e delle suore della parrocchia di San Giuseppe di Bissorã”.

Insieme a noi hanno camminato un bel gruppo di bambini e adolescenti e molti simpatizzanti, che si stanno avvicinando al cammino cristiano, nonostante la religione tradizionale africana sia ancora molto forte. Tra gli altri c’era anche un giovane mussulmano, che vive con noi nella tabanca da alcuni anni che ha deciso di partecipare alla preghiera per solidarizzarsi con noi.

Il seme della Parola di Dio gettato da anni in questa tabanca, comincia a dare frutto e questa è una allegria immensa per tutti noi, che camminiamo insieme a questo popolo sofferente, ma tanto ricco di valori e di speranza.

Sr. Ornella Garzetti, Guinea Bissau

0 Comments

Leave a reply

©2019 Missionárias Da Imacolada PIME - credits: Mediaera Srl

Log in with your credentials

Forgot your details?